Loading...

sabato 20 dicembre 2008

Hamsik perdona «Mia cara Napoli è acqua passata»


Marek Hamsik, infortunato e neanche convocato per Torino, corre in disparte sul primo campo del centro sportivo di Castelvolturno sotto gli occhi di una cinquantina di tifosi appostati sulla balaustra che dà sul terreno di gioco. Il silenzio è rotto dalla singolare domanda urlata da uno spettatore: «Mareeeek: che ora è?». E giù applausi fragorosi e una risata collettiva. Napoli prova a sdrammatizzare l'ennesima mortificazione civile e il calciatore azzurro, giovedì sera vittima di una rapina in cui ci ha rimesso anche un Rolex da circa 25 mila euro, apprezza e sorride. «Il Rolex me lo ricompro», annuncia. E poi via a firmare autografi e in posa per le fotografie. «Poteva andare molto peggio, sono felice che tutto sia finito nel migliore dei modi», ha detto ieri Hamsik alla Pravda, storico quotidiano di Bratislava. Difficile dimenticare la pistola: «Sì, per questo sono felice: non è accaduto nulla di grave, mi basta questo». I compagni hanno provato a sdrammatizzare: Gianello ha urlato: «Vendesi Rolex appena rubato a Fuorigrotta », Reja lo ha rincuorato. E il manager Juraj Venglos ha fatto il resto: «La rapina non è certo un buon motivo per lasciare Napoli». Marek è parso sereno: «Non voglio più pensarci», ha ammesso alla Pravda, svelando le sensazioni del momento: «Avevo comprato dei regali e stavo rientrando a casa in macchina, quando due uomini a bordo di uno scooter mi hanno affiancato: uno ha bussato al finestrino e mi ha puntato la pistola in faccia dicendomi di dargli l'orologio e i soldi. Ero paralizzato. Per fortuna non hanno preso il telefono. Io ero pronto a lasciare anche la macchina, ma c'era traffico e non potevano scappare». L'auto, una Mini Cooper nera, è della sua fidanzata Martina, già partita per la Slovacchia. «La raggiungerò domani (oggi, ndr) e lunedì verrà anche Gargano, fidanzato di mia sorella Michaela: trascorreremo le feste di Natale tutti insieme, in un cottage di montagna ». Gazzetta dello Sport.

Nessun commento: